20 novembre 1754-Domenico Murano e altri di Policastro chiedono che si faccia l’elezione dei Governanti

Domenico Murano, Delio di Simone, Angelo Catanzaro, ed altri Particolari sottoscritti Cittadini della Città di Policastro Prov. Di Catanzaro, umilmente rappresentano a V.R.M., come in detta Città nella decorsa annata il governo di quella Unità non è andato a dovere stante j reggimentarij han fatto singulare negozii per utile proprio, con molto interesse di quel publico; In questo presente anno redunatosi il parlamento sotto la mettà d’agosto per la nuova elezzione, quei puochi bene affetti, perché forzavano per la conferma de j sindaci antecessori, non riuscì a quel Popolo la elezzione da esso fatta e con tutto che j supposti, con maggior parte di quel popolo s’avesse opposto a quella conferma, tutte volte non è stato possibile farsi la nuova elezzione, con tuttochè ni precedettero ordini di quella Reg. Prov.le Ud.a, dal chè n’è risultato che potevasi sin dal mese d’agosto, e 7bre far la provista dell’annona à raggione di carlini deci, o per il grano bianco, presentemente si è alterato il prezzo a carlini quindeci ed à quest’oggetto presentemente tutti quei benestanti che tengono grano ed altre vettovaglie vendibili mantengono il Reggimento vecchio, acciò che l’Unità si vede patire penuria e diversi maggiori danni, ed interessi, per diverse imposizioni ed imbrogli, che machina far detto vecchio Reggimento a quel povero Popolo, ed altri supplicanti, che però genuflessi a Benignissimi piedi di V.R.M., la Supplicano per l’amor di Dio dar quella providenza che meglio li parerà espediente per detta nuova elezzione, e con tutta la sollecitudine possibile, acciochè li nuovi sindici provedessero meglio così per detta annona, come all’altri interessi di detta Unità, tanto maggiormente che detti vecchi Reggimentarij ad onta del Popolo riclamante con un semplice liceat di quella Reg.a Prov.le ud.a ed interim  che non si fa la nuova elezzione, sempre che si vuol congregare il Popolo per farla seguire, essi Reggimentarij vecchi muovono disturbi, presumendo la manutenzione per questo altro terzo anno; chè il tutto ridonderà ad utilità di detto Popolo ad onore, e gloria di Dio per osservanza delle Regie Prammatiche che ……….         Io Michele Pipino supplico come sopra; Io Domenico Pipino supplico come sopra; Io Tomaso Salerni supplico come sopra;  Io Tomaso Mannarino supplico come sopra; Io Domenico Murano supplico come sopra; io Giacinto Cavarretta supplico come sopra; Io Dieco  de Simono suplico

+ segno di croce di Domenico Russo; + segno di Croce di Antonio Melisso; + segno di Croce di pp.e mani di Giuseppe Guzzo, che supplica come sopra;

marcus Antonius Rossi a Misuraca hodie die vigesima m. Novembris Curr. Anni 1754: in hac Civitate Policastri, Signavi Rog. …